Questi materiali sono stati condivisi con i nostri lettori. Speriamo che ti interessino. Grazie a Irishka per aver inviato il testo.


Uccelli del deserto asiatico


Prodotti per la tua salute su Aliexpress

Nelle sabbie quasi tutti gli uccelli, anche quelli appartenenti ai generi più comuni, sono rappresentati da specie speciali. Qui il suo, deserto, dolce, il suo corvo e persino il suo passero. Quando si incontrano questi ultimi, colpisce in modo particolare il modo in cui conduce l'adattamento all'esistenza nelle regioni calde e aride. Molto poco è stato preservato dall'aspetto, dalla voce e dalle abitudini passerine del passero del deserto. Al primo incontro, non puoi nemmeno capire immediatamente che si tratta di un passero. L'urlo, che l'uccello emette in volo, ricorda le delicate macerie dei cardellini.


Ti consigliamo di familiarizzare con altri cicli dei nostri articoli sui paesi dell'Asia. Leggi tutto sulla moneta del Nepal - Rupia nepalese, quali doni e souvenir possono essere portati dal paese dell'Himalaya e sul tempo di fuga in Nepal dagli aeroporti di Mosca.


Anche il colore grigio brillante della penna non è di tonalità "passeriforme". E l'opposto della maggior parte dei loro parenti rumorosi che vivono in colonie e si accalcano in branchi per nutrirsi e abbeverarsi, i passeri del deserto sono tenuti in coppie separate, volano da soli per il cibo, ma non hanno bisogno di annaffiare affatto, si nutrono in modo insolito. Nel deserto, le larve di molte specie di insetti sono poste all'interno della pianta. I tessuti di foglie su questo posto crescono e formano noduli densi - galle. I passeri beccano tali escrescenze e ne estraggono le larve e, forse, oltre, l'umidità. In ogni caso, i becchi degli uccelli che ritornano dall'alimentazione brillano sempre d'acqua.

Ma nella vita di nidificazione - nel modo di vivere e nell'abitare familiare - il passerotto del deserto rimase fedele alle usanze dei suoi parenti. Il suo nido, fortificato tra gli alberi, è una palla pelosa con un'entrata lunga e stretta. Il maschio passero sostituisce la femmina nel nido quando vola a nutrirsi durante il periodo di incubazione. E durante l'alimentazione dei pulcini, la femmina estrae cibo per i bambini alla pari con il maschio. Questi passeri del deserto sono molto diversi dai fringuelli, che sono molto simili nell'aspetto. In bobine il maschio non incuba la frizione, ma distribuisce assiduamente cibo a donne e pulcini.

I sottili adattamenti alla vita nelle sabbie hanno reso il passero del deserto, così come il saxaul, un eremita. Lui non lascia mai il deserto. Non lo incontrerai vicino al villaggio. Qui vivono altre specie di passeri. Così, nella tenuta della stazione botanica, i passeri indiani formarono una colonia. Questi uccelli non possono fare a meno di annaffiare. Cibo riescono a trovare ovunque, anche nel deserto. In Repetek all'inizio dell'estate, i passeri indiani hanno attratto un'acacia sabbiosa. Questi alberi flessibili e delicati, in qualche modo reminiscenti di giovani betulle, erano ricoperti di fiori profumati. I passeri si staccarono e si divertirono con stami dolci e ovaie. Dopo che uno stormo di uccelli lasciò un albero per spostarsi in un altro, sulla sabbia sotto di esso c'erano molti petali chiari viola pallido.

Quindi vivi tra il deserto di sabbia e le specie di uccelli non abbandonati, ognuno a suo modo adattandosi a questo ambiente.

NOTTI IN TURKMENISTAN

In estate, il momento più piacevole della giornata in Turkmenistan sono le notti. Entro la sera l'aria inizia gradualmente a raffreddarsi, ma la terra mantiene la luce del sole per molto tempo. Particolarmente buono di notte nel deserto sabbioso. La sabbia rimane calda, ma non brucia. E se lo si scava in un solco nella figura, si ottiene un comodo divano - qualcosa come una stufa russa sotto il cielo stellato turkmeno.

È vero, ovunque ci siano inconvenienti. Nel deserto - questo è principalmente scorpioni e grandi ragni. Gli scorpioni hanno la cattiva abitudine di camminare di notte e arrampicarsi ovunque. Poi mezzo addormentato buttandoli fuori dal sacco a pelo, lo trovi al mattino sotto il materasso.

Ma molte volte più terribili degli scorpioni velenosi sono le falangi innocue. Questi ragni notturni sono così enormi, irsuti e neri, che alla loro vista sei terrorizzato. A volte volavano sulla soglia della nostra stanza per cacciare i fischietti attratti dagli insetti. Fantastici ragni per qualche motivo non hanno ispirato la paura di un gatto. Al contrario, per lei erano qualcosa di un giocattolo. Li maledisse alla porta, afferrò, prese a calci nella stanza e inseguì allegramente il pavimento, saltando di tanto in tanto come una palla. Il fatto che questi mostri permettessero al gatto di trattarsi in modo così sbrigativo, causava anche qualche delusione.

Mi ricordai di una notte trascorsa nella riserva di Badkhyz su una collina, popolata da rapaci. Per non spaventare la cauta poiana, ho allestito una piccola tenda da caccia in anticipo sul fianco della collina nel pomeriggio, mascherandola con ferule. Va notato che in una zona dove gli alberi sono molto preziosi, rari e hanno un legno insolitamente duro, la ferula fornisce un bellissimo materiale mimetico. Dai fusti spessi di questa pianta gigante puoi costruire capanne intere.

Dopo aver imparato la seduta, sono andato al cordone. Secondo i miei calcoli per il giorno in cui gli uccelli dovettero abituarsi al tipo di rifugio e il giorno seguente la sera andai lì con l'intenzione di passare la notte, e la mattina per iniziare a scattare. Dovevo percorrere sette chilometri lungo la strada polverosa. Dopo aver camminato poco più di un chilometro, ho notato che la pista di leopardo era in cima alle mie tracce di ieri. Mi ha fatto piacere che ci siano ancora degli angoli sul terreno, dove i gatti giganti camminano di notte, ma dopo un po 'mi sono un po' preoccupato. Il sentiero discese la strada e si diresse verso le colline, dove andai. Certo, sapevo che nemmeno un dipendente della riserva era stato mangiato da un leopardo. Molto più male che una persona può infliggere a un cammello domestico durante un solco. Tuttavia, passare la notte vicino al sentiero, ma a cui vagano i terribili predatori, mi sembrava scomodo ...

Ma come sempre, il pericolo non arriva da dove ti aspetti. Solo io, nell'oscurità, salii nella tenda, poiché c'era un terribile fruscio. Alcune dozzine di alcuni grossi insetti con passi rumorosi correvano intorno alle cose strette e me. Il rumore prodotto da loro sopra il mio stesso orecchio sembrava assordante. In questa situazione, non solo il leopardo, ma anche il trattore, potrebbero venire da me inaudibilmente. I veri animali predatori mi avevano già infastidito molto meno di questi coleotteri sconosciuti. Quando la luna si alzò, fui in grado di stabilire che si trattava di giganti coleotteri neri. Erano impegnati a raccogliere semi dalle piante che ero solito camuffare. Non so perché sono stati attratti dalle mie ferulee, quando c'erano molti altri in giro. Darkling si arrampicò, con enormi mascelle tagliò la matassa con i semi e, lasciandola cadere a terra, corse verso il basso per non rotolarlo e, trascinato di lato, per seppellire in un buco. A quanto pare, i coleotteri avevano un sacco di lavoro, e si affrettarono a finirlo alla freddezza della notte. Nella tenda non doveva addormentarsi - gli insetti di tanto in tanto si riversavano sul viso, affrettandosi a fare affari. Era necessario, trascurando la pace delle poiane, sporgere la testa verso l'esterno, mettendo uno zaino per lei invece di un cuscino.

Il boschetto del pistacchio in una notte di luna era molto bello. Le corone degli alberi rotondi proiettavano una leggera ombra, ma quando ogni albero fu rimosso da quello vicino di diverse decine di metri, non si rivelarono inquietanti boschetti notturni, ma fu creato un paesaggio incredibilmente tranquillo e pacifico.