Quando fu catturata la Città Proibita - Seconda guerra dell'oppio


Prodotti per la tua salute su Aliexpress

Stai sfogliando il materiale esplicativo all'articolo principale "Città Proibita". Leggi questo articolo su http://chinainfoguide.info/articles/china-pi-zapretni_gorod.html

Molte guide raccontano ai turisti durante un'escursione nella Città Proibita a Pechino, che i piedi di un europeo non sono mai andati a palazzo. Non è così. Parleremo di un episodio nella storia della Cina, quando l'intera Città Proibita fu catturata dagli eserciti di Inghilterra e Francia.

Seconda guerra dell'oppio

Nel 1856 iniziò la prossima guerra tra la Cina e gli stati europei. Le ragioni della guerra erano semplici. Inghilterra e Francia cercarono di aprire completamente la Cina per il commercio e il consumo dei loro beni.

Come si può capire dal titolo, prima che questa fosse la Prima guerra dell'oppio, durata dal 1840 al 1842, le sue cause erano simili.

Soprattutto gli inglesi e i francesi erano interessati alla possibilità di fornire oppio dalla Birmania alla Cina. L'impero cinese, con una popolazione di circa 400.000.000 di persone, era il posto ideale per vendere droga.

Durante la prima guerra dell'oppio, non ci furono grandi battaglie. Gli inglesi agirono solo sulla costa, supportati dalla loro forte flotta. In totale, circa 4.000 persone nella terraferma hanno partecipato dalla parte britannica.

La seconda guerra dell'oppio era di dimensioni maggiori. Questa volta, le potenze europee hanno deciso di vincere una vittoria finale e di raggiungere i loro obiettivi con austerità.

L'inizio della guerra: le ragioni e l'occasione

Il motivo, come abbiamo detto, era il desiderio dell'Inghilterra di fornire oppio alla Cina e di commerciare liberamente. L'impero Qin temeva i commercianti stranieri e in ogni modo limitato l'importazione di qualsiasi merce.

La guerra è iniziata con i cinesi che detenevano la nave mercantile britannica "Arrow" (tradotta come "freccia"). Questa guerra ha anche il secondo nome "Guerra di una freccia", che è collegato con il nome della nave.

L'Inghilterra in risposta al sequestro della nave iniziò a bombardare il porto di Guangzhou dal mare. La guerra è iniziata.

È chiaro che il sequestro della nave è stata solo un'occasione di guerra. La nave "Arrow" non aveva nemmeno il diritto di alzare la bandiera della Gran Bretagna, poiché la scadenza per la registrazione era scaduta. Era una nave di contrabbandieri.

Il corso delle ostilità

Inghilterra e Francia usavano le loro solite tattiche. Hanno agito solo sulla costa con il supporto di forti flotte. Le azioni degli europei hanno avuto successo e nel 1958 la Cina ha chiesto la pace. Furono avviati colloqui che culminarono nella firma del trattato di pace a Tianjin.

I termini del contratto erano difficili, e il governo ufficiale di Pechino si rifiutò di riconoscerlo. Il conflitto esplose di nuovo.

Questa volta, gli inglesi e i francesi hanno deciso di condurre un'operazione all'interno del paese. Hanno scelto il loro più grande obiettivo: la capitale del paese, la città di Pechino. Le truppe delle potenze europee erano molto meglio armate e sconfissero facilmente le truppe d'élite dell'Impero Qin.

Già nell'autunno del 1860 soldati britannici e francesi stavano alle pareti di Pechino. La città non ha offerto resistenza, sebbene le potenze europee non abbiano cercato di afferrarla o saccheggiarla.

Nel destino della Città Proibita e dei Palazzi Imperiali d'Estate, un ruolo importante è stato svolto dal diplomatico britannico Harry Parkes. Era la principale figura diplomatica in quel momento e negoziava costantemente con le autorità cinesi di tutti i livelli. Il 18 settembre è stato catturato dalle truppe cinesi, mentre era sotto una bandiera bianca.

Ciò rese il comandante del contingente anglo-francese Lord Elgin fuori di sé. A quel tempo, l'imperatore Xianfeng non aveva nemmeno guidato i suoi sudditi. È fuggito da Pechino, lasciando a occuparsi dei problemi del principe Gong. Fu il principe che diede l'ordine di arrestare Harry Parks e di torturarlo e membri della delegazione.

Lord Elgin ordinò di saccheggiare il palazzo imperiale estivo per costringere i cinesi a liberare i parchi, e la sua strategia fu efficace. L'intera delegazione fu restituita, o meglio, coloro che rimasero vivi dopo la tortura. Dopo il ritorno, Elgin ordinò di distruggere completamente il Palazzo d'Estate.

Lord Elgin desiderava ardentemente bruciare la Città Proibita. Lo ha motivato con il desiderio di scoraggiare i cinesi dal rapire le persone. Può essere capito I cinesi hanno torturato a morte i 20 partecipanti alla delegazione di Parkx, tra cui due ambasciatori britannici e un giornalista del Times.

Contro la distruzione della città proibita c'erano l'ambasciatore francese Baron Gros e il rappresentante dell'Impero russo, il conte Ignatiev. Sono riusciti a convincere Lord Elgin a distruggere solo il Palazzo d'Estate. Non pensare che Gros e Ignatiev abbiano agito per simpatia per la cultura cinese. Avevano solo paura che la distruzione della Città Proibita potesse interrompere completamente i negoziati e la firma del trattato di pace.

Distruggere la Città Proibita no, ma è stato completamente catturato. Il destino del palazzo e la principale attrazione turistica di Pechino "appeso a un filo".

Risultati della guerra

Per l'impero russo, il risultato della guerra fu l'annessione del territorio marittimo. Fino al 1960, il territorio in cui ora si trova la città di Vladivostok apparteneva alla Cina. Un buon risultato, dato che l'esercito russo in battaglia non ha partecipato affatto.

Gli inglesi e i francesi hanno raggiunto i loro obiettivi. Il commercio di oppio in Cina è stato legalizzato. Il porto di Tanjin era completamente aperto per il commercio estero. In Cina, hanno smesso di perseguire i missionari cristiani e la libertà di religione è stata dichiarata.

Come risultato di questa guerra immorale, la Città Proibita potrebbe essere completamente distrutta. Fortunatamente questo non è accaduto e ora ogni turista può vedere come vivevano gli imperatori della Cina.