Aspetti positivi delle restrizioni di Internet in Cina


Prodotti per la tua salute su Aliexpress

Questa pagina è un allegato all'articolo " Internet in Cina ".

Se chiedi ai residenti dell'Europa e del Nord America come si rapportano alla severa censura su Internet in Cina, sentirai recensioni negative in 9 casi su 10. Ti verrà detto che la censura sopprime la libertà di parola, la libertà di espressione e impone alle persone solo un punto di vista ufficiale su tutto ciò che accade.

Ma le restrizioni sull'Internet cinese hanno i loro indiscutibili vantaggi, di cui parleremo in questo articolo.

La lotta contro i siti con contenuti immorali

Non pensare che le autorità cinesi usino il loro sistema di controllo di Internet solo per combattere l'opposizione e non essere d'accordo con la politica del Partito comunista cinese.

Il sistema serve a molti altri scopi. Prima di tutto, il blocco tempestivo dei siti con contenuti immorali. La base per i siti di tracciamento sono i motori di ricerca, a cui siamo abituati da tempo. Programmi speciali controllano i risultati della ricerca per determinate frasi e trovano i siti in cui si verificano tali parole. Quindi le persone che controllano questi siti su Internet e danno comandi per il blocco sono già inclusi.

Il sito di ricerca più popolare in Cina si chiama Baidu, è usato dai servizi di monitoraggio di Internet come base. Anche il motore di ricerca di Google in Cina era popolare, ma era bloccato. Naturalmente, le ragioni ufficiali sono state dichiarate "per un segno di spunta", ma in realtà il motivo del blocco di Google era la sua riluttanza a collaborare con le autorità della RPC.

La logica del sistema è molto semplice. Se il sito non entra nel motore di ricerca, nessuno lo saprà. Ed è in questo momento che deve essere "catturato" e bloccato. Altri modi per guadagnare popolarità dai siti ora o non funzionano affatto, o funzionano, ma estremamente inefficienti, e questo vale per l'intera Internet, e non solo per il cinese.

Certo, il sito può essere nascosto dal motore di ricerca, non è difficile e può essere fatto in pochi minuti. Ma in questo caso la gente non andrà al sito.

A proposito, parliamo un po 'del motore di ricerca Baidu. Nell'immagine a sinistra vedi la sua interfaccia principale. Non sembra niente? Versato da Google. I turisti cercano di usarlo, ma in pratica mostra solo siti cinesi.

Pensi che la parola Baidu in russo suoni un po 'strano? E dal cinese è tradotto come "centinaia di volte". Probabilmente, tante volte è necessario inserire una frase in questo motore di ricerca per ottenere un risultato normale. In poche parole, non è il miglior nome per un motore di ricerca, anche se preso da un poema che ha 800 anni.

Limitazioni dei giochi con la violenza

Le restrizioni sui videogiochi in Cina ne hanno ascoltate molte e esistono. La violenza dura è vietata sia nei giochi per computer venduti sugli scaffali dei negozi, sia nei giochi online su Internet.

Tuttavia, queste restrizioni non sono così rigide come potrebbe sembrare. Molti russi sono sicuri che tutti i videogiochi in Cina raccontino solo l'avventura di Luntik e personaggi simili, ma, ovviamente, non è così.

Le restrizioni si applicano solo alla violenza violenta, quando un personaggio viene strappato via dalla sua testa o sviscerato con un'abbondanza di sangue. I giochi semplici in cui è necessario salvare il mondo dalle folle di mostri in Cina vivono e prosperano.

Molti di loro cercano addirittura di tradurre in inglese e russo. Sfortunatamente, nessuno di loro ha raggiunto un successo serio.

Molti russi credono che i giochi violenti siano molto dannosi per la società e generino violenza nella realtà. Questa posizione non è priva di giustificazione logica, ma pensiamo in modo sensato: la maggior parte dei criminali non gioca ai giochi per computer, il che non impedisce loro di compiere cattive azioni.

Ecco un esempio della Cina, dove è stata vietata la violenza brutale nei giochi, ma il livello di criminalità nella società non è influenzato.

Rispetto del diritto d'autore

In alcuni casi, il sistema di monitoraggio di Internet consente di monitorare più strettamente l'osservanza del copyright. Ma questo è solo in teoria. In pratica, non esiste un sistema rapido ed equo per bloccare i siti Web dei ladri in Cina e la sua creazione non è pianificata.

In questo numero, i cinesi usano il sistema dei tribunali, che non è interessante per nessuno. I tribunali svolgono attività che gli specialisti competenti possono intraprendere e i detentori del copyright aspettano mesi per le decisioni. Niente di positivo.

Anche se vale la pena notare che i tribunali cinesi sono spietati. Hanno multato la società Apple e più di una volta. Il solito autore del suo sito web o blog su Internet, sfortunatamente, il sistema cinese di controllo su Internet non aiuta.

Migliorare la situazione con minacce di virus e cybercriminali

Questo è un altro sistema positivo. Molti lettori hanno sentito parlare di queste minacce e persino di incontrarle. I siti sleali su Internet sono uno dei modi più comuni per diffondere malware.

Ad esempio, in Russia ci sono sempre simulatori di siti web "VKontakte" e "Compagni di classe". L'obiettivo che hanno è quello di ottenere la password sui social network e usarla per inviare pubblicità, attirare i soldi dei tuoi amici o semplicemente restituirli per una ricompensa.

In Cina, tutto questo è anche lì, anche il "Grande firewall cinese" non ti proteggerà dal crimine informatico e dal furto di password e dati riservati. Ma in Cina questo problema non è così acuto, poiché i siti web dei criminali possono essere rapidamente bloccati.

Inoltre, tali reati sono punibili dalle leggi della Repubblica popolare cinese e sono molto più rigidi rispetto ad altri paesi. Le leggi della Cina sono generalmente severe, che è solo la pena di morte per la corruzione e la diffusione di droghe. Ma, come uno dei tuoi conoscenti che viveva in Cina, disse al tuo umile servitore: "Se ciò non accade, l'illegalità avrà inizio".

In generale, l'Internet cinese è più pulito e più gentile di tutte le altre parti del World Wide Web. Vale la pena di violare la libertà di parola e di espressione? La domanda è complessa e ognuno avrà la sua risposta.