Udud B B B B B B Bud B Bud B B Bud B B Bud B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B Speriamo che ti interessino. Grazie a LunaTreck per aver inviato il testo.


Nella foresta pluviale


Prodotti per la tua salute su Aliexpress

Lo guardo attraverso la vista dell'apparato e penso: quanti dei suoi compagni sono ora seduti in gabbia! Verde, rosa, rosso. Crestato, caudato, ficcanaso. In tutta la terra!

Ud B B B Bud B Bud Bud B Bud B Bud B Bud B Bud B Bud B B B B B B B B B B B B B B B B B B Quindi la piuma inizia a cadere. Shabby, noioso si siedono e si rimproverano: "culo pazzo, culo pazzo".

E ricordano, probabilmente, questa foresta ...

Il pappagallo condusse alla palma. Nel tronco oscurato, vuoto, vive il pappagallo. Si immerse nel cavo, esibendo una coda sottile, probabilmente nutrito con i pulcini. E il picchio è stato scavato da un picchio. E nella giungla picchi vuoti per gli uccelli. Ma lui stesso - salta la palma.

Le foreste tropicali dell'Asia e degli animali, i loro abitanti interessanti e fotografi, naturalisti e semplici turisti. Per coloro che stanno andando in queste regioni, abbiamo preparato diverse recensioni importanti: "Tutto sulla bandiera nepalese e lo stemma", " Il paese del Nepal è interessante e sorprendente" e "Nepalese per visto - per i russi ".

Cresta rossa, ali verdi e schiena dorata! B B B B B tutte Budud B Bud B Bud B B B B B B Bud Bud tutte B B Bud B B B B B B B B B B B B B B Volò nel cespuglio soleggiato e brillava come un coniglio assolato.

Sotto la palma c'è la "casa dei serpenti", le cosiddette termiti abbandonate, scavate come formaggio. Serpenti e lucertole si insediano nelle tane.

I serpenti si nascosero, sentirono da lontano - pancia! - I miei passi. E le luride lucertole senza paura frusciano nelle foglie secche dei palmi, come topi in una pila di carte. La grande agama guarda da dietro il tronco con sdegno e arroganza, come solo gli agami possono fare. E persino i cammelli.

Ud B B B Bud B Bud B B Bud B Bud B B B B Bud B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B B Svolazzò fuori dal cespuglio della paletta e la fissò con gli occhi rotondi e sporgenti. Sembra uno sputo familiare, ma è un gufo di bramino. Lo conoscevo dalla foto e qui è vivo prima di me.

Protopotal improvvisamente accanto a un piccolo coniglio - qui non me l'aspettavo! Una lepre nella giungla! Ma anche non una lepre familiare o whitecaps, e mai vista da me una lepre nella giungla.

Gli abitanti della foresta si sono mostrati, sorpresi e attirati dietro di loro. Ma il sole stava già arrostendo così tanto che era ora di nascondersi all'ombra.

Sotto l'acacia, come sotto un vero ombrello, l'ombra è verde e densa. E vicino all'inferno - abbagliante e caldo. Fa paura dare una mano: brucia, brucia, brucia! Ecco come si sarebbe fermato all'ombra fredda e ad ascoltare il sonnolento strascicare dei palmi. Nella foresta e, senza muoversi, puoi vedere molto. Spesso nel bosco: vai - e nessuno, ma nascosto - tutto è apparso.

E lì ...

I rami rossi sbocciavano dietro la rete di rami e foglie, le zampe sottili di alcune bestie lampeggiavano. Friggere le parti, pelli di pecora che sembrano pecore. Quindi è garny! Alcune femmine non sposate, ecco perché non ho riconosciuto subito. Garnkozlov notevoli corna - taglienti e diritti. Si sporgono in testa sotto forma di un cinque romano.

Mi precipito, dimentico del calore e delle spine, mi precipito, accovacciato, dal palmo alla palma, cercando uno spazio per vedere meglio. E i granati nuotano in avanti con macchie dorate, non si spostano, non si avvicinano e non si espongono in apparenza.

Ho dimenticato le spine, ma non si sono dimenticati di me. Le spine e i chiodi si aggrappavano alla camicia; Mi sono rannicchiato come un crocifisso su un gancio. E le corna sono scomparse e nella confusione di foglie, ombre e bagliori - come se non ce ne fossero, e mi sembrava solo.

La caccia fotografica è così buona che la disperazione e la speranza sono sempre lì. Solo io mi sono strappato dalle spine, ho controllato la mia pistola mentre vedevo i maschi cornuti di fronte a me! Stavo fissando un vecchio marrone e due giovani uomini dai capelli rossi, e ognuno aveva un "cinque" in testa, e ogni corno era contorto con un cavatappi.

Le capre si gettarono nei cespugli di palme, poi volarono attraverso la strada come grandi uccelli rossi.

Non importa: i garni vivevano in questa foresta, erano da qualche parte nelle vicinanze, e bisognava adattarsi solo a loro. È come funghi, è difficile vedere il primo. E poi l'occhio sarà regolato e avrà solo il tempo di abbassarsi. È necessario regolare l'occhio, e poi ...

Sul ciglio della strada, un sussurro, e qualcosa di bianco volò sul sentiero. Non che "sparare" - un segno di spunta e non ha avuto il tempo di capire. Il bianco scomparve all'istante, ma dall'interno tutto era già esultante: era lei, una strana testa bianca!

Poi, rivivrò questo incredibile successo, ora è più come farlo, improvvisamente è una band semplice, quando si scopre e funziona.

Corsi, poi rastrellando le foglie del palmeto, poi, strappando le spine di acacia e rimanendo in piedi, guardando i tronchi di cemento grigio, ascoltando i fruscii.

Krohotulechka - lago di fronte - una pozza di acqua verdastra. Le palme sono piegate verso l'acqua. Quindi qui è accogliente e segreto, che sicuramente qualcuno deve venire qui. Qui apparirà, questo "qualcuno" - e l'immagine sarà finita. L'ultimo striscio sarà messo.

La sensazione che qualcuno sarebbe venuto qui era così forte e indubbiamente che mi sono nascosto in anticipo per un cespuglio.

Nel tronco nudo del palmo, un picchio picchiettava dolcemente, tremando con una cresta rossa. Agama su una pietra con una dura rondine di scarafaggio e "cambiata in faccia" - poi arrossì, e poi blu. E la cresta frastagliata al collo si alzò in piedi, poi cadde in modo rilassato. Scappò dal boschetto del francolino francese, perse la testa al sole, gridò e si tuffò di nuovo nei cespugli salvifici.

... Un fruscio di foglie cadute, cervi snelli che scivolano sull'acqua sugli zoccoli - tutto nelle lentiggini dalla testa alla coda! Si aggrapparono all'acqua. E poi apparve un cervo - due volte le macchie di cervo, tre volte il punto del nostro cervo chiazzato, che per bellezza era chiamato un fiore di cervo. L'intera pelle di cioccolato in piselli bianchi è come un cielo scuro in un asterisco! Su questi punti ho appreso che si trattava di un cervo, il cervo più avvistato al mondo. Il cervo più bello della giungla.

Il lago ha preso vita. Qui era possibile stare senza fine: i cervi se ne andranno - arriverà qualcun altro. Gli abitanti della foresta si sostituiranno a vicenda: sarebbe pazienza e tempo. Ma non avevo tempo.

Scesi dai cespugli, e subito il picchio rosso-floccato volò via e il cervo chiazzato fu portato via. È sempre così: siamo felici di vedere i selvaggi, i selvaggi non vogliono guardarci ... Senza sperare in niente, ho camminato lungo un sentiero stretto, razmollev con fatica e calore. Ma la foresta mi ha già preparato una fortuna rara.